Incontro il 6 con Giorgia Benusiglio, come sconfiggere la droga

PORDENONE – E’ in programma sabato 6 aprile, dalle 16, nel palazzetto “Franco Gallini” di Via Ungaresca, un incontro aperto alla cittadinanza, ai ragazzi e ai genitori, per ascoltare la testimonianza di chi lavora a contatto con le tossicodipendenze e di chi ne ha vissuto in prima persona il dramma: Giorgia Benusiglio.

L’iniziativa è promossa da Insieme per Pordenone Volley in collaborazione con il Rotary International Distretto 2060 Interact, Rotaract, Rotary, con il patrocinio del comune di Pordenone.

Nel 1999, Giorgia all’età di diciassette anni è stata miracolosamente salvata, grazie ad un trapianto di fegato, dopo aver assunto una mezza pasticca di ecstasy.

È bastata questa piccola quantità di droga, assunta quell’unica volta, a provocare nella giovane un’epatite tossica fulminante e a ridurla in fin di vita. Da allora infatti, Giorgia ha deciso di impegnarsi per sensibilizzare genitori e ragazzi sul consumo di droghe.

Ha tenuto più di 3.000 conferenze e ogni anno incontra circa 90.000 ragazzi, portando la propria testimonianza e anche qualcosa di più: Giorgia si mette a nudo offrendo i propri sentimenti e le proprie emozioni ai giovani, per aiutarli a capire le gravi conseguenze di quella che spesso è considerata e quindi quasi tollerata, una assunzione occasionale di droga, una trasgressione di una sera.

L’incontro, con ingresso gratuito, è aperto a tutti fino ad esaurimento posti. Per informazioni scrivere a: insiemeperpordenone@libero.it

ULTERIORI INFO su: www.giorgiabenusiglio.it




Condividi