“La lunga viti dei miti”, venerdì 4 dicembre “Stravinskij e il neoclassicismo”

PORDENONE – Ultimo appuntamento del corso “La lunga vita dei miti” promosso dall’Associazione italiana di Cultura classica- Sezione di Pordenone e curato da Gianantonio Collaoni e Roberto Calabretto, in calendario venerdì 4 dicembre, alle 17 e 30 (web).

Relatore della conferenza sarà Paolo Troncon, docente di Composizione al Conservatorio di Castelfranco Veneto, il quale interverrà con la relazione dal titolo “Stravinskij e il neoclassicismo: Oedipus rex”. In particolare, la presentazione sarà dedicata alla storia dell’opera-oratorio del grande compositore russo che ripercorre le vicende di Edipo, re di Tebe. In breve, la trama vede il sovrano alle prese la peste che sta mettendo in ginocchio la città, comprende di essere la causa dell’ira degli dèi poiché ha ucciso il padre e sposato la madre. In particolare, Igor Stravinskij mette in musica nel 1927 il mito raccontato da Sofocle nell’Oedipus Rex con un testo in latino per ricreare le atmosfere sacrali della tragedia greca. Un narratore accompagna gli spettatori nell’opera-oratorio, espressione neoclassica del compositore, scritta per essere rappresentata, ma anche per essere eseguita in forma di concerto. Il titolo stesso sottolinea una precisa destinazione di questo lavoro che esula dai tradizionali schemi operistici. La messa in scena prevede l’immobilità dei suoi personaggi a simboleggiare la ieratica staticità dei tempi antichi. “Tranne Tiresia, il Pastore e il Messaggero, i personaggi restano nei loro costumi e nelle maschere costruite. Si muovono solo le teste e le braccia. Essi devono avere l’aspetto di statue viventi.” (Stravinskij).

Gli incontri del corso “La lunga vita dei miti” riprenderanno all’inizio di febbraio in presenza, se sarà possibile, altrimenti via web. Prenderà il via nello stesso periodo, la parte del progetto che riguarda la storia di Aquileia. Inoltre, nei mesi di febbraio e marzo gli studenti del Liceo-Leopardi Majorana per l’occasione, diventeranno relatori e racconteranno i miti greci e leggende romane delle origini (quasi sicuramente via web) agli studenti degli istituti comprensivi partner del progetto.
Il Corso “La lunga vita dei miti” costituisce un percorso dedicato alla riscoperta della modernità dei miti greci e delle leggende antiche di Roma rivista attraverso la musica che li ha resi immortali nei testi di molti libretti delle opere liriche così, nelle composizioni di musica moderna e contemporanea.
Il progetto è realizzato con il contributo della Regione Friuli-Venezia Giulia, del Comune di Pordenone, di Fondazione Friuli ed in collaborazione con l’Associazione “L’oppure”.

Questo il link su cui cliccare per il collegamento sulla piattaforma “zoom” a partire alle ore 17.15:
https://us02web.zoom.us/j/85296305348?pwd=empVZUNEZVkraUlVczBxaCtJS3VJQT09

Info: Associazione Italiana Cultura Classica
info@aiccpn.com
+39 0434 524055




Condividi