Listini Azionari ancora tonici; Dati Macro ok, in risalita tassi e Dollaro Usa

• Settimana positiva per i listini azionari internazionali: i segni più coinvolgono sia i paesi sviluppati che quelli emergenti. A dare manforte soprattutto i dati macro che hanno evidenziato una certa tonicità del mercato del lavoro USA, ma anche il trend ancora positivo degli utili aziendali. Buone notizie per l’economia ma anche possibilità di qualche novità dalla Fed nei prossimi mesi.

• S&P 500 e Nasdaq (entrambi +1%) su nuovi massimi assoluti ma l’area regionale best performer è l’Europa (con Cac e FTSE Mib sugli scudi, +3% e +2,5%). In parziale recupero i paesi emergenti dopo le difficoltà delle scorse settimane. Le borse mantengono quindi gli uptrend che hanno caratterizzato le ultime settimane: la fase di debolezza di metà luglio, infatti, è stata già recuperata. In netto calo la volatilità (Vix), su nuovi minimi di periodo.

• A livello settoriale, ritorno di fiamma degli investitori per i comparti value e ciclici. Il nuovo movimento di breve di rotazione settoriale è stato dettato dalla risalita dei tassi di interesse e dei tassi reali USA. Best performer banche e assicurazioni.

• In ambito obbligazionario, dopo i dati macro risalita dell’yield sul decennale USA che abbozza un doppio minimo in area 1,15 e chiude l’ottava a quota 1,30. Un movimento che necessita di conferma per poter pensare ad una nuova fase di mercato. La risalita del free risk penalizza il corporate investment grade mentre l’high yield ha mantenuto le proprie dinamiche positive.

• La risalita dei tassi reali e la forza del Dollaro affossano l’oro (-3%), che perde area 1.800 $ e torna sui minimi degli ultimi mesi a quota 1.760. In caduta libera anche il petrolio (-7%): i prezzi sono stati danneggiati dai timori di crescita della Cina in relazione al diffondersi della variante Delta. Deboli anche i metalli industriali.

• I dati macro negli USA ridanno forza al Dollaro americano che nei confronti dell’Euro annulla le recenti tendenze. Il cross torna quindi in area 1,175, sui minimi degli ultimi mesi In netto aumento il Bitcoin (+13%) che sembra aver superato la fase negativa.

 

Dott. Alessandro Pazzaglia, Consulente Finanziario Autonomo, mail : alessandro@pazzagliapartners.it




Condividi